Convocazione Coordinamento di Circolo – 03/02/2011

Care e Cari

è convocato il Coordinamento per giovedì 3 febbraio alle ore 21.00, presso la nuova sede del Partito Democratico che si trova in via Cesare Battisti al civico 51.

L’ordine del giorno sarà il seguente:

– situazione della società Miranoteatro S.r.l. (in settimana invieremo anche del materiale);

– organizzazione della campagna per la raccolta firme “Berlusconi dimettiti”;

– varie e d eventuali.

Arrivederci a presto.

Giuseppe Salviato

N.B. : sabato 5 febbraio dalle ore 14,30 si svolgerà una manifestazione a Padova, organizzata da PD  regionale per protestare contro i tagli al Bilancio 2011 della Regione Veneto. Ci saranno dei pulman a disposizione per il trasferimento a Padova, ed anche noi dobbiamo dare il nostro contributo con una buona partecipazione. Ai fini organizzativi tutti quelli interessati devono comunicarmi la propria disponibilità entro il 02 febbraio.

Ciao a tutti e ….partecipiamo numerosi.

Manifestazione regionale di Sabato 5 febbraio 2011 a Padova.

Al riguardo, abbiamo ipotizzato alcuni obiettivi di partecipazione per le varie zone della nostra provincia che elenchiamo qui di seguito e per i quali Vi chiediamo di adoperarvi con il massimo sforzo e impegno:

         Portogruarese:  n. 3 pullman  (150 persone);

         Sandonatese:     n. 3 pullman  (150 persone);

         Venezia:             n. 2 pullman  (100 persone);

         Mestre:               n. 4 pullman  (200 persone);

         Chioggia, Cona e Cavarzere:  n. 2 pullman  (100 persone);

         Miranese:           n. 3 pullman   (150) persone;

         Riv.del Brenta:  n. 3 pullman    (150) persone.

 

Gli orari e i luoghi di partenza dei mezzi saranno definiti nei prossimi giorni sulla base del numero dei partecipanti che ciascuno di Voi è pregato di comunicare entro Mercoledì 2 febbraio p.v. alla segreteria provinciale.

 

Cordialmente.

 

                                                                                  Il Resp. Organizzativo

                                                                                      Claudio Bertolin

 

 

      

            

Conferenza delle Donne del PD

 

E’ un luogo di elaborazione e di iniziativa collettiva di cui abbiamo sentito la mancanza dalla nascita del P.D., senza essere un luogo separato dall’attività del partito ma utile per segnare con i contenuti delle donne la politica del P.D.

Questa presa di parola è ancora più necessaria vista la situazione politica attuale.

Vorremmo trattare in particolare questi temi:

  • Crisi democratica e rappresentanza
  • Crisi economica lavoro e Welfare
  • Formazione e scuola
  • Rete delle donne,  democrazia paritaria nel PD

Sperando di vedervi in molte e di poter ascoltare le vostre idee

A presto

Per il comitato promotore

Anna Palma Gasparrini                                                                    Il Segretario Provinciale

Giorgia Pollastri                                                                                   Michele Mognato

 

 

Interrogazione sul bike sharing

 
OGGETTO: INTERROGAZIONE SU FUTURO E FUNZIONALITA’ DEL BIKE SHARING A MIRANO
Premettendo che il gruppo PD, come testimonia il suo operato nella precedente Amministrazione, ha sempre promosso iniziative volte a potenziare la mobilità sostenibile e favorire l’uso della bicicletta in città al fine di diminuire l’inquinamento atmosferico e la congestione da traffico che attanaglia anche la nostra cittadina e che pertanto considera l’introduzione del bike sharing come un passo che può essere tendenzialmente utile in quella direzione.
Premesso che Il 24 Settembre 2010 è stato inaugurato il servizio di bike sharing a Mirano con una festosa (quanto costosa) cerimonia con concerto finale in piazza Martiri e buffet riservato in villa.
Considerato che il servizio che doveva essere operativo ad inizio Ottobre, in realtà è partito con forte ritardo per problemi tecnici.
Ricordato che già a fine Novembre il servizio , che per i primi mesi doveva essere gratuito per favorirne e incentivarne l’utilizzo da parte dell’utenza,è stato sospeso per problemi relativi al software di gestione delle card ricaricabili, e con l’occasione della sospensione, citiamo: “ si è proceduto ad integrare il sistema con la predisposizione per accogliere elementi di videosorveglianza. Per svolgere questi lavori abbiamo approfittato di questo periodo di pioggia, senza aspettare i mesi più caldi dell’anno, tanto in questi giorni le
biciclette non sarebbero comunque state prese d’assalto» con ritiro delle bici dalle tre postazioni attrezzate
Considerato inoltre che il 5 Gennaio 2011 il servizio è stato nuovamente sospeso perché nell’arco di qualche giorno sono state rubate 5 biciclette e danneggiate alcune postazioni e la gente ironizza dicendoche il bike sharing va a ruba ( in senso letterale perché gli abbonati al servizio sono solo 12 ) e alla stampa l’Assessore dichiara che rimarrà sospeso finchè non verrà installato un sistema di antifurto.
Considerato che la società In bici srl di Udine,che ha ottenuto l’affidamento per la fornitura di un sistema di bike sharing,manutenzione e assistenza tecnica, per una cifra lorda di 80,000,00 euro, di cui circa 35.000,00, derivanti da un finanziamento regionale e il rimanente a carico del Comune di Mirano e con provvedimento ulteriore ha ottenuto anche l’incarico di pubblicizzazione dell’iniziativa per un ulteriore importo di ben 13.500,00 €, riporta nel proprio sito web che “il sistema è dotato di sistema antifurto, il tentativo di taglio o manomissione del perno della bicicletta innescherà un allarme acustico tempificato posizionato nel totem informativo e allarmerà contemporaneamente anche il gestore”.
Tutto ciò premesso i sottoscritti consiglieri del PD
INTERROGANO L’AMMINISTRAZIONE E IN PARTICOLAR MODO L’ASSESSORE ALLA VIABILITA’
per sapere:
– Qual ‘è il sistema di antifurto, se esiste, che era stato realmente predisposto per tutelare il cospicuo investimento, visto le informazioni contrastanti che emergono anche dalle dichiarazioni stampa.
– Se e come intenda procedere, al fine anche di non vanificare i 58.000,00 € provenienti dalle casse comunali, per rilanciare un servizio che finora ha riscontrato un tiepidissimo successo.
– Se sia viceversa in esame un ripensamento dell’opportunità stessa del servizio, in relazione con le caratteristiche della nostra città.
Mirano lì, 20 Gennaio 2011
I CONSIGLIERI DEL PARTITO DEMOCRATICO: Maria Rosa Pavanello,Giuseppe Salviato, Roberto Salviato, Roberto Artuso,Gabriele Petrolito, Pierluigi Brillo

Interrogazione sul Festival della Formazione


OGGETTO: BILANCIO ECONOMICO FESTIVAL FOR 2010 E STATO PROGRAMMAZIONE PROSSIMA EDIZIONE

Premesso che

Nella seduta del Consiglio Comunale del 30.09.2010 è stata presentata un’interpellanza che chiedeva , tra le altre cose, al Sig.Sindaco di informare il Consiglio e la cittadinanza sul rendiconto economico-finanziario dell’edizione 0 del Festival FOR

Considerato che

In tale occasione il Sig.Sindaco ha dichiarato di aver ricevuto dal Presidente della Pro Loco, che all’interno del comitato organizzatore si occupa della contabilità, “tutto il blocco delle fatture…tutte le contabilità, quindi i pagamenti fatti,quello che rimane in sospeso da pagare e tutto quanto il resto.”

Considerato che

Sempre nel Consiglio Comunale del 30.09.2010 il Sig.Sindaco ha dichiarato che il Comitato avrebbe dovuto fare nel suo complesso il bilancio della manifestazione

Considerato che

Nella documentazione richiesta e visionata non appaiono fatture attive, contributi,plusvalenze, corrispettivi vari,ovvero tutte le componenti positive, quindi abbiamo potuto verificare  unicamente le fatture in uscita per un ammontare di 340.000 € circa, di cui solo una parte risulta pagata corrispondente a circa 40.000,00

 

I sottoscritti consiglieri

Chiedono al Sig.Sindaco

 

Di informare il Consiglio Comunale e la cittadinanza tutta se il Comitato abbia provveduto finalmente a redigere il bilancio complessivo del Festival della Formazione, così da potercelo illustrare e se dalla valutazione di tale bilancio sia ancora ritenuta da questa Amministrazione attuabile ed opportuna una nuova edizione del Festival.

 

Mirano lì, 19 Gennaio 2011

 

LA CONSIGLIERA DEL GRUPPO CITTA’ POSSIBILE – PARTITO SOCIALISTA Maria Elena Tomat

I CONSIGLIERI DEL PARTITO DEMOCRATICO   – Maria Rosa Pavanello – Giuseppe Salviato – Roberto Salviato – Gabriele Petrolito – Pietro Brillo – Roberto Artuso –

IL CONSIGLIERE DEL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA   Luigi Gasparini

 

Comunicato gruppo PD su Teatro Mirano

Come gruppo consiliare del PD contavamo finalmente di poter incontrare faccia a faccia il CDA per fare il punto su una  situazione quella del Teatro che il Sindaco a più riprese aveva definito preoccupante . Riceviamo invece l’inaspettata notizia delle sue dimissioni che vengono  motivate con ingerenze da parte di strutture esclusivamente politiche. Poichè l’operato del gruppo PD è sempre stato caratterizzato da spirito di collaborazione, sia pure nelle doverose distnzioni fra maggioranza e opposizione, ci è difficile capire a quali ingerenze politiche si riferisca il CdA. Non può certamente essere una ingerenza la richiesta al Sindaco, legale rappresentante del Comune di Mirano, socio unico di MiranoTeatro srl, di avere una chiara situazione sullo stato di fatto e sulle propspettive della società, anche alla luce di importanti provvedimenti che sono stati votati in Consiglio Comunale. Ne può essere considerata un’ingerenza l’audizione del CdA in Commissione Bilancio, visti che altri Enti (Mariutto) sui quali l’Amministrazione non ha una competenza diretta, salvo la nomina del CdA da parte del Sindaco, sono abitualmente sentiti addirittura in Consiglio Comunale, soprattutto su richiesta dell’attuale maggioranza quando era all’opposizione, e senza tenere conto che il Sindaco ha addirittura preteso la costituzione di una apposita Commissione da affiancare al CdA del Mariutto.

Poichè non esiste nessun intento strumentale, ma il desiderio di partecipare in forma collaborativa all’attività della MiranoTeatro srl, riteniamo che se ognuno è disponibile a lavorare nell’interesse comune, su un tema grandemente sentito dalla cittadinanza, come è quello della struttura teatrale e delle connesse attività culturali, si possano trovare quelle sinergie e quelle azioni che, nella massima trasparenza, possano essere utili alla comunità miranese, che nelle attività culturali ha sempre riconosciuto una qualificata specificità dell’azione amministrativa.

Siccome siamo sicuri che il nostro operato in questo caso  si è sempre caratterizzato per spirito collaborativo  e volontà di apertura,seppur nell’esercizio del nostro doveroso compito di controllare l’amministrazione e le società interamente partecipate dalla stessa, il CDA non può riferirsi a noi e men che meno si può parlare di strumentalizzazioni politiche da parte nostra. L’audizione di Consigli di Amministrazione sono un precedente piuttosto consolidato nella storia del Comune di Mirano, vedasi negli ultimi periodi la commissione  voluta dal Sindaco che ha affiancato il CDA del Mariutto (una IPAB autonoma dal Comune) e nessuno ha mai gridato all’ingerenza politica . E’ bizzarro che ciò che si chiedeva a gran voce nei lunghi anni di opposizione dal centro destra ora venga gabellato come intollerabile intromissione. E’ invece triste che con queste dimissioni ostacolino un serio dibattito sul futuro della Mirano Teatro , un tema grandemente sentito dalla cittadinanza.