GIUNTA CAPPELLETTO A CASA, COMUNE COMMISSARIATO.


Le dimissioni contestuali di 11 Consiglieri di opposizione depositate in data 21 Giugno 2011 hanno portato alla caduta della Giunta di centro destra ed al commissariamento del Comune.
 
Di seguito il comunicato stampa del Partito Democratico: 

 

La triste e fallimentare vicenda della Giunta Cappelletto ha trovato il suo epilogo con la decisione della maggioranza dei rappresentanti dei cittadini di porre termine ad una esperienza che si stava rivelando dannosa per la città.

Il Partito Democratico si dichiara soddisfatto per aver visto coronati oggi, tre anni di corretta ma inflessibile opposizione, tesa a salvaguardare in primis gli interessi di tutti i cittadini, contro una Giunta incapace, divisa, inefficiente, interessata ad accontentare i populismi del momento che a risolvere i tanti problemi della città.

Cade oggi una Giunta aggrappata alla poltrona al solo scopo di trascinarsi fino all’approvazione del nuovo strumento urbanistico, dalla cui elaborazione erano state escluse tutte le parti vive della città. Lo sprezzante atteggiamento assunto nei confronti della petizione di ben 3400 cittadini contro la bretella di via C. Battisti, ne è la chiara dimostrazione.

Il Partito Democratico si dichiara da subito disponibile ad aprirsi all’ascolto di tutte le forze sociali e politiche di questa città, con l’obiettivo di arrivare più presto possibile all’elaborazione di un programma condiviso, serio e realistico.

Al nostro partito resta da chiedere all’ex Sindaco Cappelletto, di prendere atto del fallimento della sua esperienza e decidere di non tenere prigioniera Mirano, sulla base di cavilli giuridici pretestuosi, ora la parola deve passare ai cittadini.

Mirano, 21.06.11                                                   

                                                     Segretario Circolo PD Mirano

                                                                 Giuseppe Salviato