Archivi categoria: dalla Regione

Sabato 12 dicembre incontro pubblico sulla Legge di Stabilità 2016

manovra

SABATO 12 DICEMBRE 2015 ore 10,00

presso il Centro Civico A. Masenello

Mirano – via Paganini 2

LEGGE DI STABILITA’ 2016

I’Italia che cambia – quali modifiche e quali benefici

MODERA:

Marco Stradiotto segretario provinciale del PD

INTERVENGONO:

Maria Rosa PavanelloSindaca di Mirano

Bruno Pigozzo Consigliere Regionale Veneto

On.Sara Moretto Deputata – V° comm. Finanze della Camera

On.Davide Zoggia Deputato – Direzione nazionale del PD

On.Pierpaolo Baretta – Sottosegretario Economia e Finanze

La cittadinanza tutta è invitata

Circolo PD di Mirano – via C. Battisti n°55

Turismo & Agricoltura: incontro pubblico 17 maggio 2015

incontro pubblico:

TURISMO &
AGRICOLTURA
Insieme per lo sviluppo locale

Domenica 17 maggio 2015
MIRANO – Barchessa di Villa Errera – via Bastia Fuori, 54

ore 9.30 Presentazione:

  • Bruno PIGOZZO, Candidato al Consiglio Regionale del Veneto

ore 9.45 Interventi:

  • Maria Rosa PAVANELLO, Sindaca di Mirano, Presidente ANCI Veneto
  • Maurizio FRANCESCHI, Direttore Confesercenti Veneto
  • Jacopo GIRALDO, Presidente Coldiretti Venezia
  • Claudio SCARPA, Presidente Associazione Veneziana Albergatori
  • Paolo QUAGGIO, Presidente CIA Venezia
  • Massimo ZANON, Presidente Confcommercio Veneto

ore 11.00 Conclusioni:

  • Pierpaolo BARETTA , Sottosegretario Economia e Finanza

Turi-agri 1 MIRANO 17MAG

Incontro sull’ULSS 13 con i candidati alle Regionali il 12 maggio

pdmiranoincontro con i consiglieri candidati del PD al Consiglio Regionale del Veneto

Martedì 12 Maggio 2015 ore 20.45 presso la Sala Consiliare di Mirano – Corte di Villa Errera, via Bastia Fuori

Quale sanità in Veneto?
Quale futuro per l’ULSS 13?

INTRODUCE

Fabio Lamon – segretario del circolo PD di Mirano

INTERVENGONO

I CANDIDATI AL CONSIGLIO REGIONALE DEL PD
lista della provincia di Venezia

– DIBATTITO –

CONCLUDE

Maria Rosa Pavanello – Sindaco di Mirano e Presidente ANCI

Primarie Regionali PD a Mirano

cropped-logo_primarie1-e1415438847665Il partito democratico,  come voi tutti ben sapete,  al fine di scegliere il proprio candidato da proporre alla guida della regione veneto per le prossime elezioni regionali  ha indetto per il gg. 30 novembre 2014  le elezioni primarie.

A Mirano  si voterà in un’unico seggio  – presso la ns. sede di Circolo (via Battisti n°51)
dalle ore 8,00 alle ore 22,00
dopo di che seguirà  lo scrutinio  e l’invio dei risultati alla sede prov.le di Venezia.

I candidati in lizza  sono tre:

Clicca QUI per trovare il nostro circolo su google maps!

Come si vota:

volantino_veneto_comesivota 1ink

 

Possono votare tutti i cittadini che rispondano ai requisiti  individuati dall’art. 5 del regolamento:

ART 5 – Diritto di voto

  1. Possono votare cittadine e cittadini italiani, cittadine e cittadini dell’Unione Europea residenti nel territorio regionale, cittadine e cittadini di altri Paesi in possesso di permesso di soggiorno e residenti nel territorio regionale, i “fuori sede” che studiano o lavorano nel territorio regionale, che abbiano compiuto il 16mo anno di età, che
    1. Dichiarino di essere elettori/sostenitori del centrosinistra e di riconoscersi nella sua proposta politico programmatica;
    2. Accettino di essere registrati nell’Albo delle elettrici e dei sostenitori del centrosinistra;
    3. Versino una quota di almeno 2,00 euro, a titolo di contributo alle spese per l’organizzazione delle Primarie e della campagna elettorale del centrosinistra.
    4. Accettino di comunicare al comitato organizzatore il proprio indirizzo di posta elettronica (e-mail) e/o il proprio numero di telefono cellulare.
  2. Le cittadine e i cittadini dell’Unione Europea, le cittadine e i cittadini di altri Paesi in possesso di permesso di soggiorno, i fuori sede (studenti e lavoratori), di cui al comma precedente, per partecipare alle Primarie devono registrarsi nell’apposito elenco presso le sedi provinciali dei Comitati organizzatori o presso i recapiti che verranno indicati a cura degli stessi Comitati, entro il 25 Novembre, per dare modo ai Comitati organizzatori stessi di consegnare ai Presidenti di seggio gli elenchi degli elettori registrati. Contemporaneamente alla registrazione, ai cittadini stranieri e ai ‘fuori sede’ verrà comunicato in quale seggio poter esprimere il proprio voto: i cittadini stranieri voteranno nel seggio corrispondente al luogo di residenza mentre per i ‘fuori sede’ verrà individuato uno o più seggi dove presentarsi.
  3. Il Comitato organizzatore regionale predispone le liste per la registrazione degli elettori, con l’indicazione del nome e cognome, dei dati anagrafici, della residenza dell’elettore e l’eventuale recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica, con allegate le pagine dove riportare i dati anagrafici e le firme dei cittadini e delle cittadine (italiani e stranieri) non iscritti nelle liste elettorali.
  4. La lista per la registrazione contiene altresì l’esplicita autorizzazione dell’elettore/sostenitore all’uso dei dati al fine di ricevere comunicazioni e informazioni sull’attività del centrosinistra e delle singole forze politiche che la compongono.

Convocata l’Assemblea di Circolo per il Congresso Regionale

Care e cari,
è convocata l’Assemblea di Circolo per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea Regionale.
L’Assemblea si svolgerà il giorno

16 febbraio 2014 alle ore 10,00 – 13,00
presso la sede del CIRCOLO PD di Mirano –
Via Cesare Battisti 55 Mirano

con il seguente ordine del giorno:

  1. presentazione e discussione sulle linee politico-programmatiche del candidato Segretario;

  2. campagna di ascolto sui temi programmatici in vista delle elezioni regionali 2015;

  3. presa d’atto della candidatura unica a Segretario Regionale e dei componenti l’Assemblea Regionale.

Si prega di estendere l’invito alla partecipazione anche ad elettori e simpatizzanti.
In attesa di incontravi in assemblea, vi invio un cordiale saluto

Il Cordinatore
Fabio Lamon

Festival Democratico Miranese: la città metropolitana

Riceviamo e volentieri diffondiamo il primo dei quattro incontri del Festival Democratico
Miranese 2014, organizzato dal gruppo consiliare regionale del Partito Democratico Veneto in collaborazione con il Coordinamento di Zona del PD, sull’argomento della:

Città Metropolitana: da Venezia alla Pa.Tre.Ve.

Scarica il volantino .pdf del Festival Democratico Miranese 2014
capitale-metropolitanaUna edizione dedicata tutta alla Città Metropolitana, che in conseguenza al Decreto “Del Rio” (approvato alla Camera e ora in discussione al Senato) dovrebbe essere operativa proprio entro questo anno.

Nell’insieme dei quattro incontri, la Città Metropolitana sarà analizzata sotto diversi aspetti: dagli strumenti normativi al ruolo delle Unioni dei Comuni, dalle ricadute nella efficienza dei servizi alle politiche di salvaguardia del territorio e delle identità locali, fino al quadro di riferimento e alle esperienze europee.
Appuntamenti, a partire da quello di apertura a Salzano Lunedì 27 gennaio, particolarmente qualificati, a cui siamo certi non vorrete mancare.

Primo incontro: “in Veneto, oltre le province: la Città Metropolitana” – lunedì 27 gennaio, ore 20.30 alla Filanda di Salzano

Con:

  • Lucio Tiozzo, Capogruppo PD Regionale
  • Adriana Vigneri, Università Cà foscari
  • Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia
  • Ivo rossi, Sindaco di Padova
  • Giovanni Manildo, Sindaco di Treviso

Partiamo da dove ci eravamo lasciati in un analogo incontro a Noale circa un anno fa, cioè con una tavola rotonda con i Sindaci di Padova, Treviso e Venezia perché l’orizzonte della nostra Città metropolitana non è solo il territorio della ormai ex-provincia di Venezia, ma la Pa.Tre.Ve.quell’area metropolitana  dove si determinano i rapporti e i flussi tra persone, settori economici e risorse ambientali. La discussione sarà introdotta da Lucio Tiozzo, capogruppo PD in Consiglio regionale, e preceduta da una importante relazione della prof. Adriana Vigneri che traccerà lo stato di attuazione del riordino degli enti locali alla luce del Decreto “Del Rio”.

Clicca qui per visualizzare l’evento facebook del primo incontro

Secondo incontro: “in Veneto, oltre i confini comunali, le Unioni” – 17 febbraio 2014 – Scorzè sala Gatto

Con:

  • Bruno Pigozzo, Consigliere Regionale del Partito Democratico
  • Luciano Gallo, Direttore dell’unione comuni del Camposanpierese

L’incontro successivo (17 febbraio a Scorzè) vedrà invece protagonisti i Sindaci del Miranese che si confronteranno, con il contributo di Luciano Gallo, Direttore Unione Comuni del Camposampierese, sulla realizzazione dell’Unione dei Comuni del Miranese, tassello importante per la costituzione della Città metropolitana.

Seguiranno altri due incontri:

  • il 24 febbraio a S.Maria di Sala (Sala teatro di Villa Farsetti) “in veneto: progettare il territorio, salvare il suolo” sul tema della gestione del territorio
  • il 10 marzo a Spinea (Sala Consiliare Municipale) “in Veneto: l’europa dei territori” per dare uno sguardo a come si fa Città Metropolitana in Europa.

via: Partito Democratico Salzano  – Gruppo Consiliare PD Veneto

Mirano chiede il rispetto degli accordi sul Passante: incontro pubblico

autostrade

Venerdì 4 ottobre 2013 alle ore 20.30
presso la Sala Consiliare di villa Errera – Mirano

Il Gruppo Consiliare Regionale del PD
organizza l’incontro:

“MIRANO CHIEDE IL RISPETTO DEGLI ACCORDI SUL PASSANTE”

Introduce: Fabio Lamon Segretario del Circolo PD di Mirano
Intervengono:

  • Maria Rosa Pavanello Sindaca di MIRANO
  • Bruno Pigozzo vicepresidente Commissione Viabilità Cons. Regionale Veneto
  • On. Michele Mognato membro della Commissione Trasporti della Camera
  • Lucio Tiozzo capogruppo PD al Consiglio Regionale

LA CITTADINANZA È INVITATA A PARTECIPARE

Scarica qui il volantino stampabile 
La Cittadinanza è invitata

Tagli extra LEA: comunicato PD provinciale

tagli_sanità 2-thumb-419x412-13962

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Partito Democratico Provinciale di Venezia:

“A rischio 5 milioni di servizi per la domiciliarità: la Regione sospenda la delibera che taglia gli extra LEA; il nuovo governo inserisca queste prestazioni nei Livelli Essenziali di Assistenza”

Mestre, 9 gennaio 2013

E’ di oltre 5 milioni di euro il taglio ai servizi di sostegno alla domiciliarità per e persone disabili nel solo Comune di Venezia se sarà applicata la delibera della Giunta Regionale che sospende l’erogazione dealle prestazioni aggiuntive ai livelli essenziali di assistenza.

Si tratta di quell’insieme di misure, come gli assegni di cura, i progetti di vita indipendente, il servizio di trasporto disabili ai centri diurni, strategici per il mantenimento delle persone disabili nei loro ambienti di vita e che rispondono ad una scelta precisa di civiltà.

Il Partito Democratico di Venezia condivide e appoggia la presa di posizione del Vicesindaco di Venezia Sandro Simionato che denuncia come il venir meno di queste prestazioni aggiuntive intacchi la qualità dei servizi e segni un pesante colpo ad una scelta, quella della domiciliarità, che costituisce la migliore opportunità oggi per le persone in perdita di disabilita’.

La Regione Veneto, che non ha più finanziato il fondo per la non autosufficienza si trova così ad applicare le scelte del Governo, che proseguendo nella logica miope dei tagli lineari della spending review colpisce soprattutto le persone più deboli e fragili.

È grazie a questi servizi che nel territorio del Comune di Venezia negli anni si sono verificate significative esperienze che hanno consentito alle persone in condizioni di disabilita’ di rimanere nei propri ambienti di vita e di relazione, anche consentendo economie al sistema complessivo dei servizi.

La scelta che traluce dalla sospensione delle prestazioni extra LEA è invece quella della reistituzionalizzazione e della cronicizzazione delle persone, compromettendo la loro autonomia residua e generando, paradossalmente, una spesa aggiuntiva a carico del sistema sanitario.

È quindi necessario che la Regione Veneto sospenda tale delibera, tanto più nella prospettiva di un prossimo cambio di governo che dovrà necessariamente rivedere le scelte al ribasso fin qui fatte in materia di politiche di welfare, inserendo a pieno titolo queste prestazioni tra i nuovi Livelli essenziali di assistenza.

Il responsabile sanità PD provinciale di Venezia
Gabriele Scaramuzza

La responsabile welfare PD comunale di Venezia
Marisa Gruarin

Nuovi tagli regionali alla sanità: comunicato PD Provinciale

tagli_sanità 2-thumb-419x412-13962

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del PD provinciale sui recenti nuovi tagli della Regione Veneto alla sanità:

“la Regione Veneto affonda il Piano Socio-sanitario scegliendo la strada dei tagli lineari ai servizi ospedalieri e territoriali”

Mestre, 7 gennaio 2013

Puntualmente anche l’inizio del 2013 è scandito dall’ennesima anticipazione delle schede ospedaliere della Regione Veneto, che confermano un’impostazione confusa e schizofrenica.

Non si comprende perché, infatti, l’ospedale dell’angelo debba vedere diminuita la propria dotazione di posti letto ospedalieri, se esso secondo il nuovo piano socio-sanitario dovrà divenire polo provinciale di riferimento per le alte specialità.

Né si comprendono le presunte scelte fatte in tema di mantenimento dei punti nascita negli ospedali delle ULSS 10 e 13 come pure le ipotetiche specializzazioni dei relativi poli ospedalieri.

Confusione e schizofrenia che poi, per quanto riguarda la rete territoriale dei servizi, si traducono in completa assenza di indicazioni, mancando del tutto, al momento, ogni indrizzo in merito alla realizzazione di quelle strutture intermedie che potrebbero compensare la riduzione delle dotazioni di posti letto ospedalieri.

Quel che rimane di certo è ancora una volta la riduzione delle risorse disponibili per il

sistema socio-sanitario veneto e della provincia di Venezia in particolare. Mentre ritardano la presentazione delle schede il Presidente Zaia e l’assessore Coletto dimostrano uno zelo particolare nell’indicare da subito ai nuovi direttori generali gli obiettivi di budget per il 2013, senza aver chiarito una volta per tutte le scelte fondamentali di programmazione.

A valere è la logica di tagli lineari e indiscriminati, destinati ancora una volta a penalizzare le realtà virtuose e i cicittadini, soprattutto quelli più deboli, che vedranno diminuire i servizi.

Ciò cui stiamo assistendo in questi primi giorni del nuovo anno è pertanto la definitiva sepoltura del nuovo piano socio-sanitario, ostaggio dei conflitti della maggioranza di centrodestra.

E’ pertanto necessario che la Regione Veneto chiarisca prima di tutto quale siano le scelte qualificanti per la programmazione della rete dei servizi ospedalieri e territoriali, rendendo pubbliche le schede non solo alla 5a commissione regionale, ma a tutti i soggetti interessati.

In assenza di tale confronto è opportuno attrezzarsi ad una grande mobilitazione pubblica per difendere la sanità della nostra Provincia.

Il responsabile sanità PD provinciale di Venezia
Gabriele SCARAMUZZA