Archivi tag: #mirano

Elezioni Amministrative Mirano 2017 – tutte le info

Come si vota

Si vota SOLO DOMENICA 11 giugno, dalle 7 alle 23, tracciando una X sul simbolo del PD, e sul nome della Candidata Sindaca Maria Rosa Pavanello:

È possibile indicare una preferenza, oppure anche due preferenze purchè siano di sesso diverso.

La Lista del Partito Democratico:

  1. Petrolito Gabriele (nato a Canicattini Bagni – SR – il 12/04/1950)
  2. Brandolino Erica (Mirano – VE – 14/08/1977)
  3. Bergo Francesco (Mirano – VE – 28/12/1989)
  4. Boato Paola (Venezia – VE – 10/02/1951)
  5. Boldrin Ugo (Mirano – VE – 8/12/1973)
  6. Damato Amelia (Margherita di Savoia – BT – 5/01/1957)
  7. Checchetto Giancarlo (Mirano – VE – 24/02/1959)
  8. Niero Erika (Mirano – VE – 6/07/1975)
  9. Coletto Massimo (Noale – VE – 18/09/1963)
  10. Spolaore Elena (Mirano – VE – 6/10/1981)
  11. Politi Tommaso (Mirano – VE – 10/12/1971)
  12. Zuccon Roberta (Treviso – VE – 13/06/1966)
  13. Rosteghin Fiorenzo (Chioggia – VE – 6/07/1952)
  14. Salviato Giuseppe (Mirano – VE – 16/01/1963)
  15. Silvestrini Alessio (Mirano – VE – 14/02/1991)
  16. Tomaello Moreno (Mirano – VE – 24/04/1965)

Il programma di coalizione

Si scarica qui: PROGRAMMA 2017

Altre Info

Al sito del Comune http://www.comune.mirano.ve.it/sportello/elezioni/amministrative/2017/index.html

Turismo & Agricoltura: incontro pubblico 17 maggio 2015

incontro pubblico:

TURISMO &
AGRICOLTURA
Insieme per lo sviluppo locale

Domenica 17 maggio 2015
MIRANO – Barchessa di Villa Errera – via Bastia Fuori, 54

ore 9.30 Presentazione:

  • Bruno PIGOZZO, Candidato al Consiglio Regionale del Veneto

ore 9.45 Interventi:

  • Maria Rosa PAVANELLO, Sindaca di Mirano, Presidente ANCI Veneto
  • Maurizio FRANCESCHI, Direttore Confesercenti Veneto
  • Jacopo GIRALDO, Presidente Coldiretti Venezia
  • Claudio SCARPA, Presidente Associazione Veneziana Albergatori
  • Paolo QUAGGIO, Presidente CIA Venezia
  • Massimo ZANON, Presidente Confcommercio Veneto

ore 11.00 Conclusioni:

  • Pierpaolo BARETTA , Sottosegretario Economia e Finanza

Turi-agri 1 MIRANO 17MAG

Incontro sull’ULSS 13 con i candidati alle Regionali il 12 maggio

pdmiranoincontro con i consiglieri candidati del PD al Consiglio Regionale del Veneto

Martedì 12 Maggio 2015 ore 20.45 presso la Sala Consiliare di Mirano – Corte di Villa Errera, via Bastia Fuori

Quale sanità in Veneto?
Quale futuro per l’ULSS 13?

INTRODUCE

Fabio Lamon – segretario del circolo PD di Mirano

INTERVENGONO

I CANDIDATI AL CONSIGLIO REGIONALE DEL PD
lista della provincia di Venezia

– DIBATTITO –

CONCLUDE

Maria Rosa Pavanello – Sindaco di Mirano e Presidente ANCI

Petizione: gli ospedali di Mirano e Dolo rimangano al servizio dei cittadini

ospedale mirano

Dopo le gravi dichiarazioni espresse dal Direttore Generale Gumirato ad ottobre, il nostro Comunicato Stampa ripreso dal Gazzettino con la risposta di Gumirato, e la nostra replica pubblicata su questo sito, in questi giorni siamo in Piazza e presso l’ospedale a raccogliere firme affinchè gli ospedali di Dolo e Mirano mantengano entrambi le funzioni di emergenza ed urgenza chirurgiche e medico-internistiche e rimangano dunque ospedali al servizio dei cittadini.

Invitiamo a firmare anche la petizione online su change.org

Di seguito il testo della petizione:

L’Azienda Ulss13 è ancora la più sotto finanziata della Regione Veneto. Le passate amministrazioni avevano percorso la via dell’integrazione degli ospedali di Mirano e Dolo attraverso una razionalizzazione dei servizi, raggiungendo anche con grandi sacrifici, il pareggio di bilancio.

Alcune funzioni di alta specializzazione, necessarie alla popolazione dell’area metropolitana, vedono già da tempo la collaborazione tra Dolo, Mirano e Mestre. Tali specializzazioni hanno sempre costituito un elemento di attrazione per cittadini provenienti da altre Ulss.

Le nuove schede ospedaliere richiedono un’ulteriore riorganizzazione degli ospedali: Dolo come presidio medico-internistico e Mirano come presidio chirurgico, stravolgendo del tutto il modello dell’integrazione.

Notizie di questi giorni, hanno  attribuito all’ospedale di Mirano, in particolare alla cardiologia interventistica e alla cardiochirurgia, un dato di seria negatività, attraverso una lettura distorta delle schede dell’Agenzia sanitaria delle Regioni (Agenas).

Il Direttore generale ha dichiarato che per quanto riguarda gli ospedali dell’Ulss13 sta portando avanti una rivoluzione!  Ma si tratta di una distruzione, non di una rivoluzione!

E’ grave dichiarare il falso ed ancor di più usarlo per eliminare servizi fondamentali e di valore e per dilapidare un patrimonio di professionalità, senza alcuna valida alternativa.

Come può sopravvivere l’ospedale di Dolo senza un nucleo chirurgico in funzione per 24 ore su 24 in modo da poter affrontare le situazioni di emergenza che si possono presentare?

Perchè creare una situazione di procurato allarme riguardo la cardiologia interpretando i dati in modo strumentale?

E’ davvero un risparmio lo smantellamento di reparti e servizi, lo spostamento da una sede all’altra?

Il personale medico e paramedico ha diritto a lavorare in sicurezza e non essere oggetto continuamente di gravi tensioni che possono minare l’azione di salvare la vita e la salute.

Chi governa la Regione e l’Ulss13 non pensa ai 270.000 cittadini che abitano un territorio che va dalla provincia di Padova a quella di Treviso. Possono correre di qua e di là? E magari ritrovarsi senza i servizi?

 Il Partito Democratico chiede:

  • che le schede ospedaliere regionali vengano bloccate;
  • che la Conferenza dei Sindaci si attivi in tutti i modi perchè ciò avvenga;
  • che gli ospedali di Dolo e Mirano mantengano entrambi le funzioni di emergenza ed urgenza chirurgiche e medico-internistiche, in una logica di alta integrazione
  • che l’ospedale di Noale venga destinato a polo riabilitativo per una vasta area e che sia sede di ospedale di Comunità.

Il Partito Democratico  invita il Direttore generale dell’Ulls 13  a rivedere quelle decisioni che hanno pesanti ricadute sulla salute e il benessere dei cittadini. Non guardi solo dalla parte della Regione, ma da quella delle necessità del territorio! Lo invita inoltre a valutare le gravi conseguenze sul bilancio del “Mariutto” in merito alla disdetta degli affitti degli edifici di proprietà della Casa di Riposo attualmente occupati da servizi e reparti dell’Ulss.

E’ urgente che prima della scadenza dei contratti di locazione , nella logica di una collaborazione tra Enti, venga aperto un tavolo che coinvolga l’Ulss, la Casa di Riposo e il Comune per concordare il futuro di quegli edifici, avendo come scopo quello di non far subire danni economici agli anziani ospiti.

La risposta del PD di Mirano alle dichiarazioni di Gumirato

In merito alla dichiarazione apparsa sul Gazzettino del 3 novembre da parte dtagli_sanità 2-thumb-419x412-13962el Direttore Generale dell’Ulss13 in risposta al Partito Democratico, vogliamo riaffermare il concetto che la Regione ha prodotto delle schede ospedaliere molto pesanti e negative riguardo all’Ulss13.

“Lavorare in sintonia con la Regione” che cosa significa da parte del Direttore generale? Applicare le direttive senza alcun discernimento?

C’è un territorio abitato da 270000 cittadini servito dagli ospedali di Dolo e Mirano e per quel che resta di Noale. Ospedali che hanno avuto, soprattutto per alcune specialità, una grande attrattiva anche per molti pazienti provenienti da altre Ulss.

Noi crediamo che il direttore Generale debba farsi interprete e garante delle realtà efficienti ed efficaci già presenti all’interno dell’Ulss13 e non correre il rischio di perdere capacità professionali ed organizzative, con gravi conseguenze sulle coperture sanitarie necessarie alla popolazione e fondamentali per garantire seriamente il diritto alla salute.

Il Partito democratico di Mirano

pdmirano

Europee 2014 – Risultati definitivi a Mirano

Risultati definitivi a Mirano – Elezioni Europee del 25 Maggio 2014

Il buon risultato delle elezioni di ieri ci conferma primo partito con il 46,55% delle preferenze, ben oltre la media italiana.

Grazie a tutti i cittadini Miranesi per la vostra fiducia!

Lista Voti Percentuale
Partito Democratico 6.273 46,55%
Movimento 5 Stelle 2.962 21,98%
Forza Italia 1.538 11,41%
Lega Nord 1.177 8,73%
L’altra Europa Con Tsipras 471 3,49%
Nuovo Centro Destra – UDC 412 3,06%
Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale 279 2,07%
Verdi Europei – Green Italia 147 1,09%
Scelta Europea con Guy Verhofstadt 102 0,76%
Italia dei Valori 78 0,58%
Io Cambio – Maie 21 0,16%
SVP 17 0,13%
Bianche 74 0,53
Nulle 355 2,55%
Contestate 2 0,01%

Unione dei Comuni – Dichiarazione del Circolo PD di Mirano

UNIONE DEI COMUNIcollaboration-rotator

Il Circolo del Partito Democratico appoggia l’Amministrazione Comunale sulla decisione di costituire l’Unione dei Comuni.

I Comuni del Miranese con l’adozione dello Statuto pongono le basi per mettere insieme i servizi che, finora, ciascuna amministrazione ha gestito in proprio.

Gli obiettivi fondamentali sono quelli di migliorare l’efficienza dei servizi, di risparmiare risorse economiche e di rendere più omogenea l’offerta sul territorio da parte dei Comuni stessi.

L’Unione avrà quali organi di governo:

  • il Consiglio formato da un massimo di tre Consiglieri comunali per ogni Comune aderente,

  • la Giunta costituita dai Sindaci,

  • il Presidente eletto a turno tra i Sindaci,

Sono cariche non retribuite.

Il Presidente nomina un Direttore a capo della struttura organizzativa.

I servizi che passeranno all’Unione saranno gestiti dagli organi dell’Unione stessa.

Il Partito Democratico di Mirano chiede che, riguardo ai dipendenti comunali che verranno passati all’Unione, siano rispettate le clausole contrattuali in vigore, sia giuridiche che economiche.

Scarica il PDF stampabile del Documento PD Mirano Unione dei Comuni

Risultati primarie 8 dicembre 2013

img_7235_elezioni

 

I risultati delle Primarie per la Scelta del Segretario Nazionale del Partito Democratico per le sezioni di Mirano:

Candidati Mirano Centro Zianigo Scaltenigo Generale %
Matteo Renzi 565 136 144 845 71%
Pippo Civati 130 38 21 189 15,9%
Gianni Cuperlo 119 16 16 151 12,7%
bianche 2 1 0 3 0,25%
nulle 1 0 0 1 0,15%

Vedi i risultati per tutta la Provincia di Venezia, per Comuni

Vedi i risultati per tutta la Provincia di Venezia, per Seggi

Seggi e modalità di voto per le Primarie 2013 a Mirano

Informazioni utili per la partecipazione alle primarie nazionali dell’8 dicembre 2013

manifesto_primarie2013

Dove

Il Circolo PD di Mirano ha predisposto tre seggi nel territorio del Comune:

  • a Mirano, presso la Sala Consiliare in barchessa di Villa Errera (cortile biblioteca), via Bastia Fuori 58, (corrispondente alle Sezioni Elettorali comunali  n° 0001, 0002, 0003, 0004, 0005, 0006, 0007, 0008, 0009, 0010, 0011, 0012, 0013, 0014, 0026)
  • a Zianigo, presso la Scuola Elementare V.Alfieri, via Varotara 12, (corrispondente alle Sezioni Elettorali comunali n° 0015, 0016, 0017, 0019, 0020)
  • a Scaltenigo, presso il Centro Civico (ex scuole elementari) di via Ballò 1, (corrispondente alle Sezioni Elettorali comunali n° 0018, 0021, 0022, 0023, 0024, 0025)

La propria sezione elettorale è riportata sulla propria Tessera Elettorale, e corrisponde al numero riportato sopra la dicitura “Iscritto/a nella lista elettorale della sezione n.” I seggi possono anche essere ricercati attraverso l’apposita sezione del sito www.primariepd2013.it

Orari

quando

I seggi rimarranno aperti per l’intera giornata di domenica 8 dicembre, dalle ore 8.00 del mattino alle ore 20.00 della sera.      

Chi può votare

chi

Possono votare tutti i cittadini e le cittadine italiani, nonché dell’Unione Europea residenti in Italia, cittadine e cittadini di altri Paesi in possesso di permesso di soggiorno, iscritti e non iscritti al PD, che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, purché dichiarino di riconoscersi nella proposta politica del Partito Democratico, di sostenerlo alle elezioni, e accettino di essere registrate nell’Albo pubblico delle elettrici e degli elettori.

minori

Attenzione! Se sei un elettore o un iscritto fra i 16 e i 18 anni, e quindi non ancora in possesso della tessera elettorale, hai l’obbligo di registrarti online entro le ore 12.00 del giorno 6 dicembre 2013 sul sito primariepd2013.it per poter votare, al fine di essere assegnato ad una delle sezioni del tuo comune! (vedi sotto, sezione “Per Registrarsi”)

Cosa occorre per votare

vai a votarePer votare è necessario avere con sè la tessera elettorale e un documento di identità. È richiesto per il voto un  contributo minimo di € 2,00.

Gli iscritti al PD che esibiscano la tessera 2013 non sono tenuti al versamento di tale contributo.
Al seggio, per poter votare sarà necessario firmare l’albo degli elettori delle primarie e la normativa sulla privacy.

Per registrarsi

registrazione

Registrarsi al sito, oltre ad essere necessario per votare se il votante ha tra i 16 e i 18 anni (vedi sopra), può essere utile anche per tutti gli altri elettori, in quanto permette di saltare le lungaggini dovute alla trascrizione dei dati personali, permettendo un’operazione di voto più spedita.

È possibile registrarsi sul sito www.primariepd2013.it fino alle ore 12.00 del 6 dicembre, versando un contributo di € 2,50 e ricevendo inoltre l’accesso gratuito per un mese alle edizioni online complete de “L’Unità” ed “Europa”. In tal caso, ovviamente, non sarà necessario versare il contributo al seggio. Resta comunque possibile scegliere di registrarsi online ma di versare il contributo di € 2,00 direttamente al seggio.

Altre info

Gli elettori fuori sede, che cioè che il giorno delle votazioni dovessero trovarsi per motivi di lavoro o di studio in una provincia diversa da quella di residenza, per poter votare alle primarie dovranno obbligatoriamente effettuare la registrazione online all’Albo degli elettori entro e non oltre le ore 12 di venerdì 6 dicembre 2013 sul sito internet www.primariepd2013.it nell’apposita sezione dedicata ai fuori sede, indicando la propria residenza e in quale comune intendono recarsi a votare. In tal modo, il registro degli elettori preregistrati online del seggio in cui dovranno recarsi a votare sarà automaticamente aggiornato con il loro nominativo. Al seggio originario associato alla propria residenza sarà data comunicazione di tale richiesta.

malati e ndb

Per votare, i fuori sede che vogliano partecipare al voto dovranno obbligatoriamente recarsi nel seggio di Mirano Centro (presso la Sala Consiliare). Stesso dicasi per i cittadini immigrati ed extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno, nonché dei requisiti richiesti dall’art. 2, commi 3 e 8 dello Statuto nazionale e dal Codice Etico.

I malati e non deambulanti possono richiedere l’istituzione di un apposito seggio itinerante per poter votare, contattando il Coordinamento Provinciale (di Venezia, tel. 041 616057 – FAX 041 611001 – o via email all’indirizzo segreteria@partitodemocraticovenezia.it).

Sul sito www.primariepd2013.it è possibile trovare ogni altra informazione necessaria relativamente anche alla pre-registrazione online, utile ad velocizzare la registrazione al seggio ed obbligatoria per chi voti fuori del proprio comune.

Scarica il volantino promemoria con tutte le indicazioni!